STORIA DEL GRUPPO

Il Gruppo Alpini di Alfedena  si è costituito ufficialmente nel Gennaio 1934 ad opera dell’allora Cap. Giuseppe Persia  (da Abruzzo terra di Alpini  di A. Procacci) reduce della prima guerra mondiale, ed ha ricoperto tale incarico sino al 1962 , quando venne eletto consigliere sezionale prima e consigliere nazionale in seguito.
La storia degli alpini alfedenesi non comincia però con la prima guerra mondiale.
Sempre dal libro “Abruzzo terra di Alpini“ si evince che alpini abruzzesi sono incorporati nelle truppe di montagna sin dal 1883 e in particolare viene riportato un episodio della battaglia di Adua del 1896 che vede come protagonista  l’alpino alfedenese  caporal maggiore Cesare De Bona, classe 1872 .
Nel 1952, quando la Sezione Abruzzi riprende in pieno la propria attività, dopo la pausa dovuta agli eventi del secondo conflitto mondiale, è costituita da nove Gruppi Alpini. Tra questi annoveriamo il Gruppo di Alfedena. 
Il Gruppo Alpini, fino al 1977, non aveva avuto una propria sede. L’Amministrazione Comunale concesse al Gruppo i locali a piano terra dell’ex municipio in via De Amicis.  I locali furono ristrutturati e resi agibili dall’opera infaticabile di alcuni soci,  quali Romolo Cialone, Antonio Cimini, Emidio D’Amanzio, Onelio Di Giulio, Michele Meschini , Nello Petrucelli, Ottavio Tollis,
Armando Valentini.
Nel 1990 il Gruppo dovette lasciare quella sede e l’Amministrazione Comunale concesse ancora una volta un proprio locale, anche se non agibile, e cioè l’ex lavatoio pubblico.
Anche questa volta i soci si sono rimboccate le maniche e dopo giorni e giorni di duro lavoro, hanno trasformato quelle “quattro mura“ in una sede degna di tale nome, inaugurata nell’agosto 1991 e ancora oggi sede del Gruppo. Anche questa volta è doveroso citare i nomi dei soci  (alcuni purtroppo non più tra noi) che hanno reso possibile tale opera e cioè il capogruppo Pino Amorosi, il vice capogruppo Ottavio Tollis e i soci Antonio Cimini, Emidio D’Amanzio, Nello Petrucelli, Nicola Spada, Armando Valentini e Nicola Verile . Un doveroso ringraziamento va poi a tutti coloro che hanno aiutato il Gruppo Alpini fornendo materiale e mano d’opera specializzata.
Nel luglio 1989  il capogruppo Romolo Cialone portò a termine il progetto per ricordare i Caduti della seconda guerra mondiale e tutti i civili periti nelle stesse vicende belliche. Furono scoperte due lapidi collocate ai fianchi della roccia che sovrasta il Monumento eretto a ricordo dei Caduti di tutte le guerre.
Il Gruppo ha sempre partecipato con numerosi soci alle varie adunate regionali e nazionali  e collabora fattivamente con tutte le altre associazioni operanti sul territorio , nonché partecipando sempre alle feste tradizionali del paese (festa Patronale e festa di San Antonio Abate) e infine alla organizzazione nel periodo estivo della “ Giornata in montagna con gli alpini “ che annualmente si effettua presso il rifugio del pianoro Campitelli.
Quando è stato possibile qualche socio ha partecipato anche a progetti nazionali di volontariato ANA (Ottavio Tollis – Ristrutturazione Pronto Soccorso e Day Hospital Clinica ematologica del Prof. Mandelli – Universitàla Sapienza– gennaio 1996).
Dopo gli eventi sismici che hanno colpito l’Aquila nel 2009  (alcuni soci hanno partecipato alle attività di protezione civile  presso il campo4 A.N.A. di Paganica) il Gruppo di Alfedena insieme ai Gruppi di Barrea, Villetta Barrea, Opi  e Pescasseroli  ha costituito  il Gruppo di Protezione Civile ANA  “Alta Vale Sangro“.
Annunci